Sito Web realizzato da Giuliano D.  < http://www.giurob.it > Home Chi Ŕ GiuRob Robotica Computer Elettronica Galleria foto
Telecomando DeA
Telecomando DeA Caratteristica e struttura dei codici a cura di Giuliano D. (GiuRob) Sequenza binaria di tutti i codici generati dal telecomando, ilivelli logici e struttura del segnale analizzato all'oscilloscopio. ----- (Le affermazioni riportate in questo documento nascono dall'osservazione e sono interpretate e valutate con stile del tutto soggettivo). TELECOMANDO DeA  Per lo studio dei segnali trasmessi ho inserito la sonda dell'oscilloscopio ai capi del diodo emettitore del telecomando. I segnali ricevuti, invece, li ho testati sul ricevitore IR nei punti P0 e P8. Osserviamo la struttura di alcuni codici emessi dal TELECOMANDO.
Struttura del codice relativo al tasto ms avanti a destra
Struttura del codice relativo al tasto 3
Le foto 3 e 4 mostrano, in particolare i Bit che costituiscono i codici.
Segnali elettrici dei BIT generati dal tasto ms - avanti a destra  Curiosità: Questo codice è l'unico, fra tutti, ad avere il più alto numero d'impulsi stretti (0,6 ms). La sequenza dei bit ha durata pari a 17,4 ms
Segnali elettrici dei BIT generati dal tasto 3 Curiosità: Il segnale emesso dal tasto "3", invece, ha il più alto numero d'impulsi larghi (1,2 ms). La sequenza dei bit ha durata pari a 21 ms.
Dall’analisi dele quattro foto appena illustrate, si può osservare che: I segnali, presi in esame, rappresentano due situazioni limite, entro le quali, trovano collocazione i restanti codici. La durata dei codici va da un minimo di 17,4 ms a un massimo di 21 ms. Il tempo in cui il segnale rimane a zero è compreso tra 26 ms e 29,6 ms. La ripetizione dei codici (tasto del telecomando sempre premuto) avviene ogni 47 ms. (~ 21 cicli).
Le due foto mostrano che, ciascun Bit, non è rappresentato da una semplice onda quadra, bensì da una serie di oscillazioni perodiche. Queste oscillazioni costituiscono la frequenza portante modulata dagl'impulsi del telecomando. Dall'analisi oscilloscopica risulta che  il Bit 0 è costituito da circa 23 cicli mentre il Bit 1 è costituito da circa 46 cicli
Frequenza portante generata dal telecomando
Periodo e frequenza del Bit Espandendo lo spazio occupato da un Bit e osservando la calibrazione dell’oscilloscopio, si rileva che il periodo ha la seguente caratteristica: T = 26,25 µs infatti: (5,25 quadretti x 5 = 26,25) quindi, approssimativamente ,si ricava il valore della frequenza che vale: f = 1/T = 1/26,25 * 10-6 = 38095 Hz Nota: Il valore da me rilevato è leggermente diverso da quello dichiarato da DeA che è 38500 Hz Per ottenere 38,5 KHz, il periodo deve essere di circa 25,97µs anzichè 26,25 µs
Ricezione dei codici Quando i ricevitori a raggi infrarossi, captano i codici inviati dal telecomando, questi si assumono il compito di separarli dalla frequenza portante e di renderli disponibili al microcontrollore. Il segnale sarà operativo solo dopo averlo decodificato e manipolato via software.
Clicca sulla tabella per ingrandire e vedere tutti i codici generati del telecomando
Foto 1 foto 7
Calcolo del numero di cicli per Bit e della frequenza di ripetizione del codice  il periodo della portante 38500 Hz è TP= 25,97µs la durata del bit 0 è T0 = 0,6ms =   600 µs la durata del bit 1 è T1 = 1,2ms = 1200 µs il periodo della ripetizione codice è TR = 47 ms = 0,047 sec possiamo calcolare il numero di cicli che costituiscono il Bit per il bit 0 si ha: T0 / TP =   600 / 25,97 = ~ 23 cicli per il bit 1 si ha: T1/ TP = 1200 / 25,97 = ~ 46 cicli la frequenza di ripetizione del codice si ricava direttamentedal suo periodo: Freq. ripetizione codice = 1 / 0,047 =~ 21 cicli 
MENU
Home Chi Ŕ GiuRob Robotica Computer Elettronica Fotografia CuriositÓ